Enrico Intra BIOGRAFIA - Stefano Proietti official website

Vai ai contenuti
..............................................................................................

Enrico Intra
                                                                           
La storia e l’analisi musicale che Stefano Proietti ha presentato per la sua tesi di laurea di secondo livello presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma rappresenta un documento originale, scritto e pensato con grande attenzione, sul lavoro di tre pianisti che nel nostro paese hanno contribuito non poco all’evoluzione del linguaggio musicale jazzistico.

Una riflessione unica e originale che può rappresentare, per gli studiosi di settore, materiale di ulteriore approfondimento sulla musica  jazz, giunta in Europa dall’America settentrionale.

Questa espressione musicale è stata considerata per lungo tempo, erroneamente, proprio nel contesto in cui si era manifestata e sviluppata, come fenomeno in certo qual modo folkloristico, legato all’aspetto sociale di una minoranza; e in tal modo  è stata ignorata la grande novità musicale che recava. Non così  in Europa, dove ai più autorevoli rappresentanti della musica colta non sfuggì sino dall’inizio la novità di quella nuova espressione musicale, nata all’inizio del secolo scorso dagli incontri cultural/musicali di diversi popoli, con le proprie anime, e dalla sintesi di questi confronti . Ciò nondimeno va preso atto che anche nel nostro Paese il linguaggio del jazz è stato considerato a lungo musica di intrattenimento.
Oggigiorno, ancorché talvolta a fatica, la musica jazz è entrata con tutta la dignità che si merita nei Conservatori. Le cause di tale riconoscimento sono molteplici. Secondo la mia esperienza, esse si identificano con la maturata comprensione degli stilemi jazzistici che annoverano, tra le altre peculiarità,
 
una struttura  regolata da schemi rigorosi, che permettono tuttavia di comporre musica istantaneamente, in quel particolare e singolare momento in cui scatta l’improvvisazione, o per meglio dire l’elaborazione tematica. Da ciò consegue, spesso con un margine notevole di  rischio , una musica decisamente viva, attuale, priva di mistificazione. Appunto, musica dei nostri tempi, musica contemporanea.

Oggi, grazie all’opera di studiosi e musicisti e di giovani come Stefano Proietti, questa musica  è conosciuta  a livello planetario, ovunque la musica sia materia di studio e soprattutto venga praticata. Stefano ha raccolto e analizzato in modo scientifico il lavoro di tre musicisti di jazz, compositori provenienti da tre generazioni , con  esperienze disparate, ma il cui punto d’arrivo ha  accomunato, come dimostrato nella tesi.

L’approdo a cui  sono giunti li ha uniti , grazie principalmente alla forza  della loro natura che li ha spinti alla ricerca di un proprio modo esclusivo di espressione, evitando facili vie di riproduzioni eseguite da altri. In poche parole, senza sentirsi ingabbiati dalla imitazione.

Stefano Proietti, nella sua preziosa tesi, ne coglie gli aspetti più significativi facendone un’analisi sorprendente.  Il risultato degli studi qui riportati è illuminante. Tale è la profondità di ricerca di questo lavoro  che auspico possa essere divulgato in altra sede e pubblicato su riviste scientifiche di settore.
  







































.
© Copyright 2015 - 2019 Stefano Proietti - All Rights Reserved
Resta in contatto e iscriviti alla mailing list.
Tip
Torna ai contenuti