Enrico Pieranunzi BIOGRAFIA - Stefano Proietti official website

Vai ai contenuti
..............................................................................................

Enrico Pieranunzi
                                                                           
Questo lavoro di Stefano Proietti è un atto di grande coraggio, oltre che una ricerca piena di riflessioni stimolanti.

 
Parlare delle problematiche da lui brillantemente affrontate nella sua pregevolissima tesi, andare così a fondo in campi musicali che sono da tempo al centro di ricerche musicologiche ancora irrisolte e per molti aspetti trascurate, costituisce un merito non da poco  nell’ambito della pubblicistica musicale del nostro tempo.

 
Oralità e scrittura, rapporto bi-direzionale classica e jazz, musica “colta” e non: questi alcuni dei temi - da  far tremare le vene e i polsi - con i quali Proietti si cimenta.  

 
La tesi è stata  redatta utilizzando tecniche diverse. Vi troviamo infatti l’analisi approfondita e rigorosa di testi musicali, il racconto storico, l’intervista.  

 
La fusione di stili che dà movimento all’intero lavoro sembra realizzare anche discorsivamente quella mescolanza di linguaggi musicali, quell’ibridazione di situazioni estetiche diverse che è l’oggetto della tesi.  
Composta, tra l’altro, in maniera formalmente accattivante e con tonalità sovente non priva di una giovanile schiettezza che mette al riparo da pericolosi appesantimenti iperaccademici.

 
Un testo altamente raccomandabile, che aiuta a far luce su fenomeni sempre più presenti negli interessi e nelle attività di musicisti, di jazz e non,  di ogni parte del mondo.
Con una nota ulteriore di merito data dal fatto che Stefano Proietti ha voluto mettere al centro della tesi - in un paese notoriamente e tristemente esterofilo - tre musicisti italiani.  







































.
© Copyright 2015 - 2019 Stefano Proietti - All Rights Reserved
Resta in contatto e iscriviti alla mailing list.
Tip
Torna ai contenuti